22 settembre – Il grande ritorno

 

Il titolo forse è un pò troppo altisonante.
E’ però vero che molto tempo è passato dall’ultima pubblicazione e, sinceramente, non ho scusanti.
Un po’ di pigrizia, qualche nuovo interesse e forse la voglia di sperimentare la mia nuova GH4 mi hanno allontanato dal sito.
La vacanza negli Stati Uniti è però stata un’esperienza galvanizzante che mi ha lasciato quasi 90Mb tra foto e riprese  che voglio anche condividere sul sito.
La mia fedele Panasonic GH4 equipaggiata con un nuovo zoom più ampio 14-140 e supportata al monopiede video Manfrotto 560B si è rivelata molto versatile ed affidabile.
In merito a quest’ultimo punto vi “abbandono” per ora nella trafficata strada che attraversa la Death Valley ed ai suoi 49 gradi di temperatura.
A presto.

25 dicembre – Grazie Babbo Natale!

 

Alcune considerazioni a caldo sulla mia nuova macchina fotografica Panasonic GH4:

Per dimensioni, qualità costruttiva e dei materiali è del tutto paragonabile ad una reflex di fascia media.

Per quanto riguarda le funzioni disponibili e le personalizzazioni possiamo invece parlare quasi di un top di gamma specializzata per il settore video.
In questo campo, il video appunto,  la GH4 offre delle opzioni che spesso non sono disponibili neppure su reflex Canon e Nikon di fascia alta.

Anche la qualità e la sensibilità del sensore mi sembrano di buon livello nonostante le mie precedenti reflex (Pentax istDS e Sony Alpha 33) non fossero sicuramente delle fotocamere di riferimento. Inoltre va detto, per onestà, che la mia GH4 è al momento equipaggiata con un modestissimo obiettivo Panasonic 14-45 f 3,5-5,6 (che però stranamente presenta un sistema autofocus più silenzioso dello zoom di qualità della Sony con motore SSM a onde supersoniche che avevo sul mio precedente modello).  Altro aspetto da sottolineare è la possibilità di effettuare anche gli aggiornamenti degli obiettivi.  Mediante la voce “Versione disponibile” dal menù “SetUp” è infatti possibile controllare la release firmware sia della macchina fotografica che dell’obiettivo montato. Nel mio caso ho provveduto ad effettuare un aggiornamento di quest’ultimo scaricando il file direttamente dal sito Panasonic (sottolineo che stiamo parlando di un obiettivo economico da poche centinaia di euro).  La macchina invece monta già la versione 2.0 che rende disponibile la nuova funzione “4K photo” (ne riparleremo dopo le prove).

Altra chicca è la possibilità di effettuare una correzione manuale della messa a fuoco senza disattivare la funzione autofocus (cosa invece molto pericolosa per gli obiettivi economici della Sony essendo la ghiera direttamente collegata al motore).

Per ora sto leggendo il manuale (420 pagine!), sto effettuando i settaggi corretti e le relative personalizzazione della reflex che utilizzerò prevalentemente per riprese video.
Detto questo mi fermo in attesa di un vero e proprio test “su strada”.
Insomma, solo in piccolo assaggio di un piatto che sembra al momento veramente appetitoso!
Grazie Babbo Natale.

31 agosto – Archivi digitali


Alcuni giorno fa ho risentito delle registrazioni effettuate su una comune audiocassetta di più di quarant’anni  e posso assicurarvi che sono rimasto meravigliato dall’ottima qualità del suono.
Per non parlare poi della qualità delle pellicole 8 mm che, se ben conservate, si presentano ancora con immagini dettagliate e con pochi disturbi.
Scrivo questo per introdurre alcune brevi considerazioni sull’archiviazione dei nostri ricordi.
Oggi con macchine fotografiche digitali, telecamere e computer abbiamo di fronte tantissime offerte di formati ma questa potenzialità è accompagnata da tante incertezze per quanto riguarda la conservazione dei dati.

Leggi tutto “31 agosto – Archivi digitali”

25 settembre – Digressione estiva

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La scelta di acquistare prima dell’estate una reflex Sony non è da associare alla mia passione per le radio a transistor.
Da tempo in realtà volevo  sostituire la mia Pentax digitale che, dopo otto anni di onorevole servizio, perdeva qualche colpo. Inoltre anche la mia vecchia telecamera miniDV era ormai superata per standard e tecnologia.
Come la stragrande maggioranza degli umani ho da subito esaminato le reflex entry level di Canon e Nikon nella speranza di trovare un prodotto che possa soddisfare entrambe le esigenze.
In realtà l’obiettivo (inteso come traguardo e non come accessorio fotografico!) era quello di acquistare una macchina fotografica prevalentemente orientata al video (full-hd),  funzione ormai presente su quasi tutte le macchine fotografiche. Dopo aver preso in considerazione anche la gamma bridge di Panasonic ho consultato e chiesto alcuni consigli a “Francesco’s Photo Blog”.
Con una competenza ed una cordialità esemplare Francesco ha orientato la mia attenzione sulla gamma “translucent” della Sony che presenta anche nella fascia economica delle reflex effettivi vantaggi proprio per la ripresa video.
Eccomi ora con un’Alpha 37, modello base della gamma Sony comunque dotata, a mio modesto parere, di caratteristiche di tutto rispetto.
Con lei ho passato le vacanze e sperimentato i primi video in alta definizione.

Presto inserirò una mia piccola recensione con punti di forza e … con qualche lieve difetto.